lunedì 13 settembre 2021

Il "fumo" di e-cig fa male alla circolazione anche se assunto occasionalmente ...

Il fumo di e-cig fa male alla circolazione anche se assunto occasionalmente. E' quanto afferma una ricerca presentata alla European Respiratory Society da Gustaf Lyytinen, medico presso l'ospedale di Helsingborg e ricercatore presso il Karolinska Institute di Stoccolma.

Il fumo di e-cig ... Dove ho appreso la notizia.

La notizia l'ho appresa recentemente da notiziescientifiche.it e ok-salute.it. Mi ha incuriosito perché, essendo io soggetto ad ipertensione essenziale, sono particolarmente sensibile a questo genere di tematiche.

Il fumo di e-cig. Lo studio ...

Entrambe gli articoli non riportano alcun riferimento allo studio originale. Mi sono quindi preso "la briga" di cercarlo in rete. Di seguito quanto sono riuscito a reperire, un estratto da k4.ersnet.org, consultabile selezionando il link con codice OA2576 :
Electronic cigarettes containing nicotine increase thrombotic activity and impair microcirculation.
Gustaf Lyytinen, Amelie Bryndal, Erik Anesäter, Lukasz Antoniewicz, Anders Blomberg, Håkan Wallen, Jenny Bosson, Linnea Hedman, Fariborz Mobarrez, Sara Tehrani, Magnus Lundbäck
Background and aims: Electronic cigarette (EC) vaping is increasingly popular despite growing evidence of adverse health effects. To further evaluate the impact of EC use on vascular health we have investigated effects of acute EC inhalation on haemostasis and microcirculation in healthy volunteers.
Methods: The study was performed in a double-blinded randomised crossover fashion. Twenty-two healthy young occasional tobacco users inhaled 30 puffs of EC with or without nicotine with a wash-out period of one week. Blood samples were collected at baseline, 15 and 60 minutes following exposure and analysed with Total-Thrombus-formation analysis system. Two different chips, simulating fibrin-rich thrombus formation and platelet thrombus formation, were used. Microcirculation was assessed at baseline and 30 minutes after exposure by laser speckle contrast imaging and iontophoresis of acetylcholine and sodium-nitroprusside (SNP) to evaluate the endothelium-dependent and -independent pathways.
Results: EC exposure with nicotine had several impacts compared to non-nicotine EC: Platelet thrombus formation and fibrin-rich thrombus formation increased significantly after 15 minutes (p=0.011 and p=0.035 respectively) following exposure and normalized after 60 minutes. Moreover, peak SNP-mediated microvascular flux, i.e. endothelium-independent vasodilation, was reduced following EC vaping with nicotine (p=0.009).
Conclusions: Thirty puffs of EC vapour with nicotine have acute adverse effects on thrombotic activity and endothelial independent microcirculation in healthy volunteers. No compelling effects of EC vaping without nicotine was observed, indicating nicotine as the main culprit.

Causa ed effetto ...

Lo studio prevede una dettagliata analisi degli effetti. Ma le cause? Affermare che la sola nicotina produca questo genere di pericoli per la salute non è a mio avviso corretto. Ritengo, senza un dettaglio delle possibili cause, le affermazioni presenti nella parte conclusiva incomplete. Lo studio non riporta informazioni essenziali quali :
  • Il range dei Watt utilizzato per le sessioni di svapo
  • Il modello del device utilizzato per la ricerca
  • La composizione del liquido da inalazione utilizzato
  • La concentrazione di nicotina contenuta nel liquido
  • La tipologia di nicotina utilizzata
  • La distinzione in funzione dell'età e delle caratteristiche fisiche dei soggetti esaminati

La quantità costituisce il "veleno" ...

Una potenza (Watt) più o meno elevata produce una differente quantità di vapore (non di fumo!). Il fenomeno causa di conseguenza, a parità di concentrazione di nicotina, un differente assorbimento della sostanza da parte dell'organismo.
La composizione del liquido, soprattutto in termini di concentrazione e tipologia di nicotina, è causa di un assorbimento differente della sostanza stessa.
Il mercato, ad oggi, propone differenti tipologie di nicotina :
  • Freebase
  • Sali
  • TFN (Tobacco Free Nicotine)
La nicotina freebase è stata ideata dalle compagnie del tabacco per aumentare l'effetto di dipendenza che la stessa sostanza non avrebbe allo stato puro. I sali di nicotina, utilizzati in alcuni modelli di pod, sono ottenuti tramite reazione chimica. Trovano campo di applicazione in devices a basse prestazioni con l'obiettivo di garantire il fabbisogno della sostanza da parte dell'utilizzatore. La TFN, a differenza dei primi 2 casi, è una tipologia di nicotina sintetizzata, non ricavata dal tabacco. Elimina pertanto tutte le impurità residue dovute ai classici processi di estrazione.
Ho sviscerato soltanto alcuni dei punti sopra indicati per far comprendere l'incompletezza delle affermazioni riportate dallo studio.

Alcune considerazioni

Ognuna delle cause sopra elencate può essere oggetto di un assorbimento più o meno incisivo della nicotina da parte dell'organismo. L'affermazione a cui giunge in conclusione lo studio equivarrebbe a dire che "l'acqua causa annegamento". Se non si dettagliano le condizioni, lascia il tempo che trova ...
Parrebbe di essere dinnanzi all'ennesima informazione incompleta, potenziale causa di mala informazione, i cui reali effetti possono soltanto essere un rallentamento della diffusione di uno strumento ad oggi riconosciuto, da buona parte della comunità scientifica, a rischio notevolmente ridotto rispetto al fumo tradizionale. Un aiuto od una alternativa per coloro i quali non riescano ad abbandonare il fumo con i metodi tradizionali o non abbiano intenzione di farlo. La sigaretta elettronica ha l'alto potenziale di poter ridurre drasticamente le circa 8.000.000 di vittime per anno dovute a complicazioni correlabili al fumo di tabacco.
VIDEO SUGGERITI
CONDIVIDI IL POST

LEGGI ANCHE ...


0 commenti:

Posta un commento

Fammi sapere cosa ne pensi !