martedì 15 giugno 2021

Ocean City (Maryland). Gli agenti hanno fatto "notare" ad un gruppo di ragazzi che lo svapo violava un'ordinanza locale ...

Ocean City Maryland svapo agenti ragazzi
Sono diventati virali i video della polizia che arresta quattro ragazzi a Ocean City, nel Maryland.
USA, Maryland, Ocean City. Accade qualcosa di apparentemente surreale. Una azione da parte della polizia locale nei confronti di un gruppo di ragazzi che avrebbero avuto la colpa di non rispettare il divieto di uso della sigaretta elettronica al di fuori delle aree designate sul lungomare.

I fatti secondo la polizia di Ocean City

Secondo la polizia, inizialmente i ragazzi sono stati invitati a spostarsi in un'area dedicata allo svapo ed al fumo. Mentre il gruppo si allontanava, uno di loro ha ricominciato a svapare. Successivamente, il ragazzo, avrebbe rifiutato di fornire il documento di identità, opponendosi poi all'arresto.
L'atto pare abbia scatenato le ire della folla, oltre che di alcuni degli altri componenti del gruppo, tanto da portare la polizia all'uso della forza.
La polizia di Ocean City afferma che le azioni con l'uso della forza passano attraverso un processo di revisione dettagliato:
" Siamo a conoscenza dei video sui social media che circolano riguardo a questo incidente. I nostri ufficiali sono autorizzati a usare la forza, in base al loro addestramento, per superare la resistenza esibita. Tutti gli usi della forza passano attraverso un processo di revisione dettagliato. Gli usi della forza derivanti da questi arresti passeranno attraverso un esame a più livelli da parte dell'Assistente Comandante di Pattuglia, del Comandante di Divisione e poi dell'Ufficio degli Standard Professionali. "

I video divulgati

I video pubblicati prima sul profilo instagram lodogray, poi su twitter, riportano immagini agghiaccianti che faticano a giustificare, a prescindere dalla ragione soprattutto se "futile", i comportamenti delle forze dell'ordine ed a fare comprendere quanto dichiarato dalle stesse (vai al video).

Proibire non è la soluzione

Proibire, limitare, vietare. Sono oltre 6 anni che uso la sigaretta elettronica e tutto ciò che ho visto fare da parte di governi ed istituzioni è proporre forti restrizioni ad un mezzo, che se utilizzato nei canoni del buon senso, ha un potenziale di abbattimento dei rischi correlati al fumo notevoli!
Da prima l'acqua ai polmoni, poi i polmoni a popcorn che hanno portato al ban del diacetile come ingrediente nei liquidi per sigaretta elettronica, per arrivare ad EVALI, all'attrattiva per i giovani ed infine alla dichiarazione della Commissione Europea che considera la nicotina come la radice di tutti i mali senza tenere presente le oltre 4000 sostanze tossiche contenuto nel fumo di sigaretta delle quali almeno 70 identificate come cancerogene.
Proibire e confinare un prodotto di consumo a così alto potenziale può solo portare come conseguenza a situazioni estreme come quella riportata nei video che sappiamo non essere un caso isolato ...
D'altro canto quando la scienza dimostra palesemente l'alto potenziale di riduzione del danno della sigaretta elettronica, mettendo probabilmente in pericolo 2 mercati che oggi si pongono a "paladini della buona salute" e che da soli alimentano l'economia di più di mezzo mondo, cos'altro dovremmo aspettarci?
Dovremmo aspettarci forse un dialogo, forti prese di posizione, ammissioni di colpa, di avere lucrato per decenni sulla salute pubblica? No ... E' più semplice mantenere salde le sinergie create, proibire, proseguendo lungo il cammino intrapreso.
Grazie per avere così a cuore la nostra salute! Grazie per le politiche anti-vaping! Grazie per gli ottimi risultati ...
VIDEO SUGGERITI
Ocean City Maryland svapo agenti ragazzi
CONDIVIDI IL POST

LEGGI ANCHE ...


0 commenti:

Posta un commento

Fammi sapere cosa ne pensi !