domenica 3 gennaio 2021

Sigaretta Elettronica frena. I Fumatori aumentano. Chi ringraziare?

sigaretta elettronica fumo Italia
In Italia i dati si sono stabilizzati: tra gli 11 e i 12 milioni di fumatori, e le malattie tabacco-correlate producono 80mila morti l'anno. Dati che segnano una progressiva battuta d'arresto nella diminuzione nel numero dei fumatori riscontrata nel primo decennio del nuovo secolo.
(Fonte ilmessaggero.it)
Il rapporto di Eurispes non lascia dubbi. Nonostante oltre il 60% dei fumatori presi a campione sia a conoscenza delle caratteristiche e differenze tra tabacco combusto e sigaretta elettronica ad oggi la tendenza non sembra variare rispetto al 2018.
L'obiettivo del post di oggi non è approfondire l'analisi. Parla da sola. Intendo in alternativa fare un bilancio differente direzionato verso la responsabilità della tendenza; a mio avviso unico vero fulcro del problema. Si perché di questo stiamo parlando, di un problema che tocca tutti. Fumatori, ex fumatori, salutisti, etc ...

Quindi a chi dire Grazie?

Innanzitutto sentiamoci per primi responsabili. L'opinione pubblica è fortemente condizionata perché noi siamo l'opinione pubblica e ci lasciamo condizionare. E' responsabilità nostra quando difronte ad una notizia ci soffermiamo al titolo "acchiappa views" senza il desidero e la voglia di approfondire. Ci facciamo bastare il fatto che "a dirlo" siano una rivista od un quotidiano blasonato, senza andare dritti alla fonte provando a ragionare. Troppo difficile!
Quante volte ho sentito affermare da amici, conoscenti, parenti stretti che fumare o svapare non comporta differenze. Che la sigaretta elettronica fa male quanto quella classica ...
Trovo assurdo che nel 2021 sia considerato ancora tabù il concetto di riduzione dei rischi fumo correlati. Non vogliamo farlo per noi stessi? Comprensibile. Smettiamola per una volta di pensare al nostro orticello e proiettiamo la mente e le intenzioni verso la collettività. Di informazioni e studi riguardo gli strumenti per la riduzione del danno, quali la sigaretta elettronica, se ne trovano e parecchi. Tutti regolarmente pubblicati. Eccone giusto qualcuno.
Chi utilizza la sigaretta elettronica come mezzo per non fumare ed ha come me scelto per hobby o passione di condividere un proprio spazio, farebbe forse il bene comune se, oltre discutere dei prodotti di ultimo grido, si documentasse e divulgasse la propria esperienza accompagnata da dati. E' comodo quanto inefficace affermare : "è al 95% meno dannosa della sigaretta" senza presentare alcun che se non un "Sto meglio da quando svapo". Quanta presunzione ... Pensate questo sia sufficiente a convincere un fumatore a passare ad un prodotto meno dannoso? Pensate che lasciare unicamente la palla ad associazioni ed altri pochi intimi sia la soluzione? Ah, giusto. Tanto è tutto inutile ... Si forse oggi potrebbe esserlo, ma è passato un decennio! In questo decennio che cosa è stato divulgato maggiormente? Il lato puramente ludico, che è un aspetto indiscutibilmente necessario, ma non l'unico ne il pìù importante!
Passiamo ora al settore del vaping. Alle aziende ... Non discuto della loro serietà e qualità dei prodotti che offrono. Ciò che metto in discussione è quanto hanno fin ad oggi affiancato ai prodotti ed alle novità per venderle. Non penso che le campagne presenti quotidianamente sui social siano direzionate verso la riduzione del danno. E' vero questo è quello che il vaper medio cerca. Perché? Probabilmente perché è ciò che gli è stato offerto sempre senza una valida alternativa. La storia di pinocchio (in particolare il passo del paese dei balocchi) la conosciamo tutti credo ... Ci si lamenta che il settore è in crisi. Da una fase statica si sta passando ad una fase calante. Tutto questo è solo opera di agenti negativi esterni al settore?
Ora la parte scontata del post. I media. Gli stessi che oggi sono qui a riportare articoli che sembrano esprimere stupore dinnanzi a questi risultati. Dove eravate quando c'era da sparare a zero? Chi si faceva divulgatore di studi farlocchi e fake news? Non procedo oltre. Posso soltanto essere del parere che siete come le bandiere, seguite sempre la corrente più forte in barba alla sana informazione ...
La stessa comunità medica che senza conoscere fino in fondo dettagli e tema riduzione del danno, dispensa pareri e consigli sparando strafalcioni che non hanno ne capo ne coda. Il camice bianco talvolta non è abbastanza ... L'OMS stessa ne è il principale esempio ...
Non dimenticherei chi ci amministra. Chi dovrebbe tutelarci. Credo l'ultima "porcheria" per "fare cassa" parli da se, non amo ripetermi. Si sto parlando della nuova tassazione ...
Qui concludo. Andiamo verso un mondo senza fumo?!? Nobile intenzione ma probabile si tratti soltanto di pura utopia ...
CONDIVIDI IL POST

LEGGI ANCHE ...


0 commenti:

Posta un commento

Fammi sapere cosa ne pensi !